Riccardo Scamarcio nel film di Costa-Gravas

“Elias”, un migrante senza passato
Scamarcio parla del suo lavoro con Costa-Gravas: “Lavorare Con Costa-Gravas e’ Una Manna Dal Cielo”

Molto spesso i registi sono ambigui, Costa-Gavras invece e’ chiaro e diretto. Parliamo molto, di tutto, per me e’ diventato un amico”. Riccardo Scamarcio parla cosi’ dell’incontro con Costantin Costa-Gravas che lo ha scelto come protagonista di ‘Eden is west’, il film che segna il ritorno del regista naturalizzato francese nella sua terra natale, la Grecia, che lascio’ all’eta’ di 19 anni e mai piu’ evocata al cinema dopo ‘Z – L’orgia del potere’ , pellicola ispirata al romanzo di Vassilis Vassilikos, che denunciava il colpo di Stato dei Colonnelli e vinse l’Oscar per il miglior film straniero nel 1969 e il premio della giuria a Cannes.

“Lavorare con Costa-Gravas la considero una svolta nella mia carriera -dice l’attore raggiunto telefonicamente dall’Adnkronos a Heraklion sullisola di Creta dove avvengono le riprese del film- ma non me ne vado dall’Italia. Anzi, sto per tornarci, per girare il film di Michele Placido sul ’68. E in futuro potrebbe tornarmi anche la voglia di fare un altro teen movie. Io vivo questo lavoro con grande semplicita’. Mi auguro di avere l’opportunita’ di fare film che divertano ma anche film come questo di Costa Gravas che cerchino di analizzare le dinamiche umane. Ho fame di personaggi complessi”. E il personaggio che interpreta sul set del regista greco lo e’. Nella storia, di fortissima attualita’, Scamarcio e’ infatti Elias, un immigrato cladestino, che dopo diverse perizie tra ‘paradiso’ e ‘inferno’ giungera’ a Parigi, la citta’ che anima i suoi sogni occidentali.

“Ho cercato di riflettere l’ingenuita’ di Elias, la sua etica. Io lo vedo e l’ho interpretato un po’ come Charlot che fugge alla sola vista di un’uniforme. Questo -aggiunge l’attore- e’ il film piu’ fisico che ho fatto. Salto, scorro, scavalco”. La parola d’ordine per Elias diventa infatti adattarsi. E questa lotta per la sopravvivenza passa anche per il sesso che -sottolinea Scamarcio- “qui e’ visto come uno strumento, una merce di scambio”. Coprodotto da Francia e Grecia, ‘Eden is west’ puntera’ al debutto al festival di Berlino e in Italia uscira’ nei primi mesi del 2009 distribuito da Medusa.

Guarda il trailer del film

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.